Tanzania: alla scoperta del Kilimangiaro

La singola montagna più alta del mondo

Scopri di più!

La montagna africana più alta: il Kilimangiaro

“Le distanze ormai si sono accorciate”. Si tratta di una frase che probabilmente hai sentito ripetere mille volte. La questione è che effettivamente è così, basta comprare un biglietto aereo in poche ore si arriva virtualmente ovunque. Sharewood è specializzata nell’organizzazione di vacanze e avventure in tutto il mondo, specialmente quando si tratta di destinazioni esotiche. In questo articolo in particolare ti spieghiamo cosa fare e dove andare nell’area del Kilimangiaro. Scriviamo questo articolo perchè, da bravi avventurieri, ti possiamo offrire alcuni pacchetti per esperienze uniche nel Parco Nazionale del Kilimanjaro. 

Il Kilimangiaro, Kilimanjaro in swahili, è una montagna di origine vulcanica che si trova in Africa. In particolare appartiene al territorio della Tanzania e arriva ad un'altezza massima di 5.895 metri sul livello del mare. Da sempre ha attirato l’attenzione di esploratori e, più recentemente, di turisti di tutto il mondo per la sua più grande peculiarità. Le sue vette emergono nel bel mezzo della savana. Mentre si osservano dal basso a 40 gradi centigradi minimo, si può scorgere un’enorme massa di neve in quota. Il Kilimangiaro è uno dei posti più suggestivi dove andare almeno una volta nella vita. E’ infatti la montagna più alta di tutto il continente africano e una delle sette cime del pianeta. 

Trekking sul Kilimangiaro

Trattandosi di una montagna di origine vulcanica, il Kilimangiaro offre varie opzioni tra cui scegliere e molti posti tra cui andare. In primis è uno dei post più gettonati al mondo per i trekking. Gli itinerari ufficiali e sono in totale sei ed hanno grosso modo tutti la durata di 7-8 giorni in totale. Trattandosi di una montagna molto alta, bisogna stare attenti alla scelta del trekking che si decide di fare. E’ una montagna impervia, bisogna sapere dove andare sul Kilimangiaro.

Il trekking che i raccomanda alla maggior parte degli escursionisti è il Lemosho. Si tratta del percorso più moderato per quanto riguarda l’acclimatazione sia a livello di temperature che di altitudine. Si passa infatti dalle torride temperature africane alla base della montagna a temperature molto rigide in cima. Inoltre altro fattore fondamentale da tenere in considerazione è il mal di quota. Bisogna saper gestire la differenza di pressione e di concentrazione di ossigeno man mano che si sale in quota. 

Se vuoi fare un safari, infine, il Kilimangiaro è dove andare senza nessun tipo di dubbio. Il periodo ideale per un safari è durante la stagione secca. Questo perchè gli alberi e i cespugli poveri di foglie, lasciano intravedere la fauna un pò ovunque. Parliamo pertanto del periodo da luglio a ottobre.